Blattella Germanica o Blatta Fuochista – Caratteristiche e Metodi di Controllo

La Blattella germanica, nota anche con il nome di blatta o insetto fuochista è una specie di  scarafaggio. Questa specie di insetto è una delle più trattate da Biosistemi, vista la grande capacità di infestare numerosi ambienti di origine umana. In questo articolo scopriamo insieme la biologia di questa specie e i rischi igienico-sanitari correlati alla sua presenza.

 

 

Caratteristiche e biologia della blattella germanica

[ torna al menu ]

La Blattella germanica – o blatta o insetto fuochista e anche blattella grigia è una specie di scarafaggio, ovvero un insetto appartenente all’ordine Blattodea. Sul nostro pianeta sono presenti circa 4400 specie di scarafaggi, raccolti in 500 generi e in 6 famiglie. In Italia ne sono presenti 40 specie, rappresentanti tre famiglie. Tra queste specie, alcune sono infestanti e possono causare gravi danni alle attività umane: si possono citare scarafaggio nero (Blatta orientalis), la blatta americana (Periplaneta americana) la blatta dei mobili (Supella longipalpa), e, appunto, la Blattella germanica.

Come per la Periplaneta americana, il nome può trarre in inganno riguardo il luogo di origine, infatti la Blattella germanica non è originaria della Germania. Un’ipotesi vede l’Etiopia come luogo di origine dell’insetto, mentre un’altra più recente individua il sud-est asiatico come “patria” originale della specie. In ogni caso, la sensibilità alle basse temperature della Blattella germanica rende sensate entrambe le ipotesi, ed ora questa specie è da ritenere cosmopolita, raggiungendo tutti i continenti ad eccezione dell’Antartide grazie ai commerci e alla globalizzazione. Blattella germanica è stata segnalata nel Nunavut, ad Alert (ritenuto il punto abitato in maniera continuativa più settentrionale del pianeta) e nella Patagonia del sud, in entrambi i casi come inquilino in ambienti di origine umana. Questo scarafaggio misura tipicamente da 1 a 1.5 cm è di colore marrone chiaro, ed è caratterizzato da una forma snella. La caratteristica distintiva di questa specie è rappresentata da due strisce nere sulla parte dorsale del torace (pronoto). La specie mostra un dimorfismo sessuale, dove il maschio è più corto e con un addome meno largo della femmina, che ha un addome arrotondato completamente ricoperto dalle ali. Nel maschio, invece, le ali non coprono la parte terminale dell’addome.

La Blattella germanica è una delle specie di scarafaggio che si riproduce con la maggiore velocità; in 50-60 giorni dopo la nascita è in grado di raggiungere lo stato adulto e maturo sessualmente, in condizioni favorevoli. La femmina, in seguito all’accoppiamento, produce un’ooteca similmente a quanto accade nelle altre specie di scarafaggi, e la depone appena prima della schiusa delle uova. Passate 24 ore dalla deposizione di questa, i piccoli emergono e vanno incontro a sette mute prima di raggiungere lo stadio adulto. Blattella germanica è caratterizzata da una dieta onnivora e spazzina. Questi scarafaggi sono attratti da amido, zuccheri e carne. In caso di carenza di cibo, sono in grado di sostenersi mangiano oggetti come sapone, colla o dentifricio, e arrivano a mostrare comportamenti cannibalistici, mordendo le zampe e le ali di altri scarafaggi.

Importanza igienico-sanitaria

[ torna al menu ]

La Blattella germanica è portatrice di numerose specie di virus, batteri e parassiti, che possono causare malattie ad esseri umani ed animali domestici. Come per le altre specie di scarafaggio, la blatta fuochista può contaminare le derrate alimentari di cui si nutre depositandovi sopra i propri escrementi. Tra le specie di batteri più comunemente associate a questo insetto troviamo Salmonella ed Escherichia coli, entrambi rilevanti dal punto di vista igienico-sanitario. Inoltre, è stato dimostrato che Blattella germanica può rappresentare un ospite intermedio per un verme acantocefalo, le cui infestazioni negli esseri umani possono causare importanti condizioni mediche all’apparato digerente.

Metodi di prevenzione e controllo

[ torna al menu ]

Vista la probabile origine tropicale di questa specie di scarafaggio, esso si può raramente reperire in natura nei paesi non tropicali, ed è molto abile a colonizzare edifici di origine umana. Preferisce luoghi caldi e umidi, come cantine, bagni, cucine e retro di caldaie (da qui il nome “fuochista”).

importanza igenico-sanitaria della blattella germanica

Vista la mancanza di predatori, la velocità del ciclo vitale e le piccole dimensioni, Blattella germanica è considerato un insetto altamente dannoso. Questa blatta, in virtù delle piccole dimensioni, è in grado di accedere ad ambienti antropici anche attraverso le più piccole fessure. Inoltre, essendo piccola, può essere facilmente ignorata, e questo porta la specie a possedere una grande capacità di infestazione. Come per tutti gli scarafaggi, è quindi importante chiudere e mettere in sicurezza tutti i “punti deboli” e rimuovere accumuli di sostanze utilizzabili come cibo. Questa pratica deve essere messa in atto con maggiore attenzione quando è coinvolta Blattella germanica, viste, come detto in precedenza, le piccole dimensioni che le permettono di passare anche attraverso le fessure più piccole. Fondamentale attuare quindi buone pratiche di pest proofing, argomento trattato in dettaglio in questo articolo sul nostro blog.

Il tecnico disinfestatore eseguirà un’identificazione della blatta, una volta accertata l’infestazione considerando segni come escrementi. Una volta che l’infestazione è appurata, il tecnico disinfestatore inizia il trattamento dei punti in cui passano e si riparano le blatte. Il prodotto verrà diffuso dove le blatte dimorano e si riparano, e l’intervento di disinfestazione deve essere portato avanti in maniera comprensiva, perché nel caso di Blattella germanica, anche la sopravvivenza di un piccolo numero di uova può portare ad una re-infestazione, vista la brevità del ciclo vitale di questi insetti. Visto che le femmine depongono le ooteche (sacche di uova delle blatte, le blatte sono insetti che depongono le loro uova in ooteche appositamente create) appena prima della schiusa delle uova, e che i primi pasti dei piccoli consistono in escrementi e residui di esoscheletro degli adulti, gli insetticidi vengono ignorati da questi ultimi. Un’alternativa può essere l’impiego di regolatori della crescita, che impediscono il corretto svolgimento del processo di muta.

Conclusione

[ torna al menu ]

Biosistemi, per i propri servizi di disinfestazione, è in grado di fornire una corretta identificazione delle varie specie di scarafaggi, grazie ai suoi tecnici esperti. Essere in grado di identificare le varie specie di blatte permette un approccio sostenibile, efficace e sicuro dal punto di vista igienico-sanitario. La corretta identificazione della Blattella germanica è cruciale per individuare i luoghi dove effettuare i trattamenti di disinfestazione e permettere così una risoluzione dell’infestazione. Se vuoi saperne di più sulle nostre attività di disinfestazione e sul nostro processo di Pest Management, visita il nostro sito per maggiori informazioni.