Derattizzazione e Monitoraggio  

Derattizzazione e Monitoraggio

Gestione roditori

Disinfestazione Insetti Aree Urbane  

Disinfestazione Insetti Aree Urbane

Trattamenti insetti

Monitoraggio Agro-Alimentare  

Monitoraggio Agro-Alimentare

Secondo Norma di Legge


Trattamenti Fitosanitari Verde Ornamentale

La salute del verde


Sistemi di Allontanamento Volatili

Gestione dell'avifauna urbana


Disinfezione e Sanificazione da Microrganismi e Virus

La disinfezione degli ambienti


Consulenza Entomologica

I nostri servizi di consulenza entomologica


Noleggio e Assistenza Tecnica Lampade UV

Lampade elettro-insetticide


Trattamenti in Atmosfere Modificate

Risanamento di manufatti cartacei, lignei ed organici


Derattizzazione e Monitoraggio

Gestione roditori


Grazie al continuo interessamento di Biosistemi alle le nuove tecniche di dissuasione e alle evoluzioni delle trappole multicattura, oggi siamo in grado di offrire un servizio così articolato:

MEZZI DIRETTI

MEZZI INDIRETTI (costituiti dai servizi effettuati nell’ambito della prevenzione)


Derattizzazione evoluta per aree sensibili

Clicca sull'icona desiderata per ingrandire l'immagine



Derattizzazione evoluta per contesti particolari

Clicca sull'icona desiderata per ingrandire l'immagine



Rat proofing

Clicca sull'icona desiderata per ingrandire l'immagine



Derattizzazione tradizionale con trappole collanti o erogatori di esca

Clicca sull'icona desiderata per ingrandire l'immagine



Modalità e strumenti

Le modalità di lotta ai roditori


Derattizzazione e Monitoraggio

Nonostante il continuo affinamento delle strategie ed il miglioramento qualitativo dei materiali a disposizione, i concetti di base nella lotta ai roditori sono rimasti invariati nei secoli.

Gli strumenti di lotta diretta si distinguono essenzialmente in due categorie, ossia utilizzo di box per la distribuzione di esche rodenticide (mezzi chimici), e dispositivi di cattura (trappole), a cattura semplice o multipla (mezzi meccanici). Le trappole si dividono a loro volta in due gruppi principali, ossia trappole meccaniche e trappole collanti.

In generale, i dispositivi di cattura si segnalano soprattutto per la loro opportunità d’impiego nelle aree interne di fabbricati, in tutte quelle situazioni in cui l’utilizzo di esche tossiche non tuteli a sufficienza la salute delle persone nel contesto in cui si opera. Va sottolineato, tuttavia, come l’uso dei dispositivi di cattura comporta la predisposizione di controlli assai frequenti, per prevenire che la sosta di esemplari morti rappresenti una fonte di contaminazione.


I requisiti per un piano d'azione

I primi step


Derattizzazione e Monitoraggio

Come regola generale, in ogni ambiente è necessario affrontare ogni problema di gestione delle popolazioni di roditori partendo da:

  1. Accertamento della specie o delle specie coinvolte, per non incorrere in grossolani errori di valutazione.
  2. Riduzione della capacità portante del sistema: in buona sostanza, ciò significa riduzione degli spazi di rifugio a disposizione, delle risorse alimentari che si possono rinvenire incustodite o non protette (gestione scarti negli allevamenti, magazzini con derrate non chiuse bene) nel nostro spazio, verifica delle vie di accesso e messa in atto di misure di esclusione.


Approfondimento

Inquadramento evolutivo e interazione con l'ambiente


Derattizzazione e Monitoraggio

All’interno della classe dei mammiferi, i roditori sono l’ordine che comprende più specie in assoluto (il 42% dei mammiferi sono roditori), con tutti i gradi di adattamento agli ambienti, fatta eccezione per le terre polari.

Conosciuti da millenni per i danni che arrecano alle derrate ed alle strutture urbane, l’impatto negli ecosistemi agricoli e le zoonosi (malattie trasmissibili dagli animali all’uomo e viceversa) da essi trasportate, le popolazioni di roditori si impongono come un problema di gestione imprescindibile in tutte queste realtà.

I fossili più antichi risalgono alle Ere del Paleocene e dell’Eocene, in una fascia temporale compresa tra 60 e 65 milioni di anni or sono.

I roditori sono i soli mammiferi, accanto ai lagomorfi (lepri e conigli), ad avere mancanza dei canini e incisivi a crescita indefinita, per tutta la vita dell’individuo.

I roditori hanno sempre avuto un rilevante impatto sulla comunità umana per queste ragioni:

Per sommi capi, le categorie di danno sono: